fbpx

ALL ON FOUR

La tecnica All on Four semplifica e sostituisce le precedenti tecniche di implantologia che prevedevano un maggiore numero di impianti da innestare sui quali fissare la protesi. Prevede l’inserimento di soli quattro impianti in un’unica seduta, compresa la protesi fissa. L’intervento si svolge in circa un paio d’ore, previo studio preventivo delle condizioni generali di salute del paziente. In particolare si rileva la presenza o meno dei requisiti minimi che il paziente deve avere affinché sia possibile inserire con buon esito i quattro impianti e la protesi.

QUALI SONO I REQUISITI PER POTER EFFETTUARE L’ALL ON FOUR?

Per poter procedere con un All on Four è importante che il paziente abbia una buona salute generale della bocca, nello specifico è importante rilevare: buone condizioni cliniche del supporto gengivale; struttura ossea adeguata all’inserimento dell’impianto; assenza del fenomeno di digrignamento dei denti detto bruxismo; assenza di malocclusioni gravi; corretto bilanciamento del piano occlusale masticatorio. La valutazione dei requisiti viene fatta attraverso uno studio della bocca con radiografie classiche e tecnologia 3D e altre analisi standard di normale routine, che precedono qualunque intervento chirurgico, al fine di redigere un diagnostico e quindi stabilire l’idoneità o meno del paziente per l’installazione di un impianto All on Four.

CHE DIFFERENZA C'È TRA L’ ALL ON FOUR E LA CLASSICA DENTIERA?

La differenza è abissale poiché l’All on Four al termine della riabilitazione, consente il normale e permanente ripristino delle funzioni della bocca. La classica dentiera è invece una protesi provvisoria con tutti i limiti funzionali ed estetici che questo comporta. Nello specifico possiamo così riassumere le differenze tra un All on Four e la classica dentiera: sono denti permanenti che si vedono e si percepiscono nella bocca come denti veri; sono stabili, ciò consente il totale ripristino dell’azione di masticazione con tutti i vantaggi collaterali a beneficio dell’apparato digerente e dell’equilibrio di tutto il corpo; l’impianto non agisce sulle gengive, quindi elimina le irritazioni, i dolori e la nausea dovuta alla pressione della dentiera sulle gengive e degli adesivi utilizzati per aumentarne la stabilità; in quanto si tratta di denti fissi, non sarà più necessaria la rimozione e pulizia quotidiana.

SI UTILIZZANO SEMPRE SOLO 4 IMPIANTI?

Questo aspetto è strettamente collegato ai requisiti minimi di salute della struttura ossea del paziente; infatti nel caso in cui la qualità delle ossa in punti strategici dovesse essere non adatta a sopportare le forze, che l’esercizio della masticazione applica sulla mandibola e sull’arcata superiore, si possono aggiungere due impianti per meglio distribuire la ripartizione dei carichi e garantire il buon esito della riabilitazione.

È UN INTERVENTO DOLOROSO?

L’intervento chirurgico è praticamente indolore. Si manifesteranno dei fastidi e gonfiori solo dopo lo svanire dell’effetto dell’anestesia; si ha il completo ripristino della vita quotidiana dopo solo un giorno dall’intervento. Si possono verificare inoltre, dei difetti di pronuncia nei giorni successivi all’intervento, fenomeno assolutamente normale e provvisorio.

LA TECNICA ALL ON FOUR IMPLICA L’INNESTO DI TESSUTO OSSEO?

Nella maggior parte dei casi è possibile impiantare quattro perni senza ricorrere a innesti di tessuto osseo; questo avviene nei casi, non comuni, in cui il paziente non ha una buona struttura ossea, dovuta a cause congenite o per la naturale azione dell’invecchiamento.

COSA COMPORTA IL PERIODO POST-OPERATORIO?

I nuovi denti saranno forti e stabili e vi permetteranno di masticare qualunque cibo come se fosse la vostra dentatura naturale, tuttavia sarà opportuno nei giorni successivi all’intervento, evitare cibi eccessivamente duri o gommosi; in ogni caso si ritornerà a una dieta regolare entro tre settimane dall’intervento.

all-in-four dentiall-in-four dentale

Per gentile concessione del Dott. Massimo Ravasi

Odontoiatria
Call Now Button